TRACKING IN TEMPO REALE
Segui la rotta del "CAVE CANEM"
Errore
  • Errore nel caricamento dei dati del feed
  • Errore nel caricamento dei dati del feed
Home

Febbraio al lavoro: eliminazione infiltrazioni



Nel corso dei lavori di refitting del 2014 sono state sostituite le due lastre di policarbonato sulla tuga che danno luce al quadrato. Il maldestro artigiano in realtà ha creato un colabrodo, con una serie di copiose infiltrazioni che si sono puntualmente verificate ad ogni temporale. A nulla è valso anche il rifacimento effettuato in estate durante una sosta forzata. Tutto a causa dell'eliminazione delle cornici in alluminio e delle guarnizioni originali che l'artigiano ha ritenuto superfluo rimontare: "ormai non si usano più, è sufficiente un buon sigillante". Il grave inconveniente è stato eliminato "in proprio" realizzando e montando una cornice continua in acciaio inox con l'interposizione di una guarnizione in schiuma di gomma a cellule chiuse e sigillando il tutto con Polibond.

  

 

Febbraio al lavoro: rinforzo "bicchiere" passerella



Il bicchiere nel quale si impernia la passerella si è dimostrato eccessivamente debole e instabile. Necessario quindi provvedere ad un rinforzo. E' stata quindi realizzata una piastra in acciaio inox con nuova sede per il perno da 25 mm che è stata fissata con quattro bulloni e due contropiastre previa sigillatura con Polibond.

   

 

Febbraio al lavoro: sostituzione base candeliere



Il mese di febbraio è stato dedicato alla manutenzione ordinaria e straordinaria della nostra barca scuola, lo Jeanneau Voyage 12.50 "Cave Canem" ormeggiato per la stagione invernale al porto di Trapani. Primo intervento, la sostituzione della base di un candeliere, sradicata durante l'estate nel corso di una maldestra manovra di ormeggio da parte di un vicino. Impossibile trovare il pezzo di ricambio in  alluminio, quindi si è deciso di disegnarne uno nuovo da far costruire in acciaio inox. Il risultato è stato soddisfacente, al punto che in un prossimo futuro si provvederà a sostituire anche le altre basi (sono complessivamente 14).

   

Prima una sigillatura con strucco epossidico per evitare eventuali infiltrazioni, poi la posa di una basetta in acciao inox per allargare la base d'appoggio e infine l'applicazione e il fissaggio del "bicchiere" previa sigillatura con Polibond



 

Pagina 10 di 11

RSS farevela.net

RSS nautica.it

Abbiamo 3 visitatori e nessun utente online

---------------------
"Va dove ti porta il vento..."
Diario di bordo del CAVE CANEM